3317612698 - 3319584817
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

linfonodiSpesso il Paziente giunge in ambulatorio allarmato dalla presenza di linfonodi rilevati con le varie metodiche di imaging radiologico. Talvolta in maniera motivata altre volte no. Non sempre un linfonodo che viene rilevato ha delle caratteristiche patologiche.

I linfonodi sono naturalmente presenti nell'organismo in gran numero e variabile rispetto alla sede corporea che si prende in esame.

Essi rappresentano degli aggregati di tessuto linfoide preposto alla difesa dell'organismo nelle varie fasi della risposta immunitaria. Difatti un qualcosa di estraneo all'organismo (microrganismi) o di alterato (cellule neoplastiche) dovrebbe essere naturalmente riconosciuto e combattuto.

Purtroppo talvolta l'organismo fatica nell'eseguire questo compito e qualcosa può sfuggire al controllo richiedendo ove possibile un aiuto dall'esterno. Un linfonodo normale ha generalmente dimensione sino ad 1.5 cm ; oltre questa dimensione è forte il sospetto che sia patologico. Occorre comunque poi valutare le caratteristiche radiologiche del linfonodo cioè il suo aspetto globale, incluso l'interno.

Può capitare pertanto di leggere nei referti radiologici che riferendosi al linfonodo si parla di flogosato, sede di reattività aspecifica, reattivo, subcentimetrico; questa terminologia indica delle caratteristiche di benignità. In particolare quando si parla di “reattivo” si intende infiammatorio.

Ovviamente in quelle condizioni di dubbio diagnostico sarà poi utile prelevare un campione linfonodale per effettuare una determinazione istologica della presenza o meno di aspetti patologici.

 

 

 

 

Dr. Carlo Pastore