3317612698 - 3319584817
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La pancitopenia

staminaliNel nostro torrente circolatorio tra i molteplici elementi che costituiscono il sangue troviamo i cosiddetti elementi corpuscolati.

Globuli bianchi, globuli rossi e piastrine svolgono un importantissimo ruolo nei processi vitali del nostro organismo ed il loro numero può risultare alterato in diverse patologie ed in numerose condizioni neoplastiche.

I trattamenti chemioterapici e radianti possono diminuire il numero di questi elementi, tutti o solo alcuni. Se si ha un abbassamento dei valori numerici di tutti gli elementi corpuscolati del sangue si parla di pancitopenia.

Come si può combattere? Riportare i globuli bianchi, i globuli rossi e le piastrine a valori accettabili è necessario non solo per i problemi che possono derivare dalla loro carenza ma anche per poter mantenere l'intensità di dose necessaria per l'effetto dei vari trattamenti oncologici.

Il numero dei globuli bianchi può essere elevato con i cosiddetti fattori di crescita per i globuli bianchi.

Filgrastim, lenograstim e pegfilgrastim sono molecole che somministrate sottocute servono allo scopo. Il quantitativo e la durata di somministrazione dipendono dall'emivita della molecola ma tutte hanno un buon effetto nell'innalzare il numero di globuli bianchi nel sangue.

Per i globuli rossi abbiamo a disposizione delle molecole iniettabili sottocute che sono eritropoietina e derivati.

Anche in questo caso la modalità di somministrazione non cambia ma varia la durata ed il quantitativo in funzione dell'anemia e dell'emivita della molecola impiegata.

Le molecole disponibili per uso oncologico sono l'eritropoietina alfa, l'eritropoietina beta e la darbepoietina.

Le piastrine non hanno un fattore di crescita universalmente riconosciuto ma la letteratura medica suggerisce che gli elevati dosaggi di melatonina possono avere un effetto di stimolo sulla piastrinopoiesi.

Una corretta gestione della pancitopenia o della carenza dei singoli elementi corpuscolati del sangue esita in una migliore aggressione contro il tumore.

 

 

Dr. Carlo Pastore