3317612698 - 3319584817
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Questo forum è dedicato alle domande dei pazienti al dott. Pastore. La consultazione degli articoli è libera mentre per inserire le vostre domande è necessario effettuare la registrazione al sito. Vi preghiamo di usare pseudonimi nella registrazione evitando di riportare nelle domande, dati personali e/o sensibili che facciano risalire alla vostra identita o a quella dei pazienti non permettendoci di rispondervi nel rispetto della legge sulla privacy. Gli articoli verranno pubblicati solo dopo approvazione del moderatore. Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento
  • Pagina:
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: Aiuto per mio padre

Aiuto per mio padre 8 Anni 5 Mesi fa #371

  • luigi80
  • Avatar di luigi80
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 5
  • Karma: 0
Buonasera Dott. Pastore,
ho seguito il suo suggerimento e mi sono iscritto al vostro forum per spiegarle il problema di mio padre.
Premetto che mio padre è del 1948,tantissimi anni fa,ebbe un epatite C senza conseguenze,ha subito un infarto sempre anni fa e dall'anno scorso è stato trapiantato ed operato di aorta addominale.
Ora veniamo al presente. Circa 2 mesi fa accusava dei dolori sul lato destro all'altezza delle maniglie dell'amore per intederci,non permettendogli di camminare tanto e non riuscendo a stare in piedi.
Allora dopo aver fatto analisi del sangue complete con esiti positivi tranne un pò di ferro basso,ha esguito un ecografia dove hanno riscontrato delle macchie al fegato.
Allarmati delle cosa ci siamo recati all'ospedale di San Giovanni Rotondo,dove ci hanno fatto ulteriori accertamenti per capire il tutto tra cui colonscopia,grastroscopia con esiti negativi.
Di seguito vi scrivo il responso dopo averlo fatto uscire,in attesa di esito della biopsia :

Rx torace : in sede apico-sottoclaveare medio- toracica destra plurimi noduli.


Tac addome: plurime lesioni epatiche di tipo secondario,in entrambi i lati,si caratterizzano per la disomogenea modesta impregnazione di mdc. Una raccolta fluida oblunga di circa 65 mm tra il profilo mediale del lobo epatico sinistro e lo stomaco.
Colecisti contratta,litiasica,contente materiale denso in prossimità dell’infundibolo,circondata da materiale fluido,organizzato,ma privo di evidente parete.
Nella norma il pancreas e gli altri visceri parenchimatosi dell’addome.
Plurimke linfadenopatia,alcune delle quali parzialmente necrotiche,a livello delle stazione celiache,peripancreatiche,all’ilo epatico,retro crurali,interaortocavalie para aortiche.
Voluminosa ernia paraombelicale sinistra con ampia porta di ingresso e prolasso di tessuto omentale e di anse del tenue.
Non versamento libero-
Esiti di posizionamento di endoprotesi aorto-bis-iliaca,pervia.
Piccola formazione tenuemente densa,subcentimetrica,apparentemente indissociabile dal pavimento vescicale.

Qualche giorno fa l'esito della biopsia che le scrivo di seguito :

Le comunichiamo il risultato dell'esame istologico del frammento bioptico prelevato in corso di degenza attraverso ago-biopsia eco-guidata di nodulo epatico :

1)Biopsia frustolo nodulo epatico : frustolo esente da neoplasia.
2)Materiale strisciato da nodulo epatico: strisci ematici,in cui,frammisti ad epatociti,si rinvengono diversi aggregati di elementi epiteliali atipici,che depongono per carcinoma.

La diagnosi di dimissione quindi è :
Lesioni ripetitive multiple epatiche e verosimilmente linfonodali di carcinoma ad origine non accertata,in paziente con neoformazione subcentrica vescicale di incerto significato.
Diverticolo dell'esofago medio.Ernia paraombelicale sinistra.Pregresso IMA. Portatore di protesi aorto-bis-iliaca per aneurisma.

I dottori dicono che secondo il tutto non parte dal fegato e vorrebbero fargli una cistoscopia per vedere se parte dalla vescica.
Proprio questa mattina l'ho riaccompagnato in ospedale dove si sottoporrà lunedì alla cistoscopia e poi vorrebbero inziare a bombardare di chemioterapia il fegato.

Arrivati a questo punto siamo molto preoccupati perchè non sappiamo come comportarci e cosa fare,non sappiamo se vale la pena continuare il tutto presso l'ospedale di san giovanni rotondo o recarci altrove.
Lei cosa mi può dire in merito considerando quello che le ho scritto?

In attesa,la saluto cordialmente e la ringrazio anticipatamente per il vostro operato.
E' bello vedere gente umana come lei che si occupa di noi.
Non credo ci sia tanta gente che fa quello che fa lei.
Tante grazie.

Luigi
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re:Aiuto per mio padre 8 Anni 5 Mesi fa #377

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
Gentile Sig. Luigi,

a mio avviso occorre ripetere la biopsia epatica prelevando un frustolo di maggiore dimensione e sfruttare le moderne tecniche di immunoistochimica per verificare l'organo di partenza della neoplasia. Certamente anche la questione vescicale è da indagare. Direi che sarebbe opportuno incontrarci a Roma per stabilire un iter diagnostico-terapeutico che si avvalga anche delle potenzialità coadiuvanti dell'ipertermia.

un caro saluto

Carlo Pastore
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re:Aiuto per mio padre 8 Anni 5 Mesi fa #378

  • luigi80
  • Avatar di luigi80
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 5
  • Karma: 0
Grazie mille dottore per la sua risposta tempestiva.
Vorrei tanto incontrarla a Roma ma come le ho detto proprio questa mattina ho accompagnato mio padre in ospedale,dove l'hanno ricoverato nuovamente per sottoporlo (lunedì) a cistoscopia alla vesciva e poi vorrebbero inziare con la chemio al fegato.
Lei cosa ne pensa? Perchè occorre ripetere la biopsia? C'è da preoccuparsi in base a quanto le ho detto?
Se comincia a fare chemio potrei incontrarla quando lo dimettono?Scusate per tutte queste domande ma sono davvero in ansia per mio padre,lui per me è troppo importante ed essendo ignorante in materia mi trovo immobile di fronte a tutto ciò e non so che fare.
Ancora grazie per il vostro aiuto.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re:Aiuto per mio padre 8 Anni 5 Mesi fa #380

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
Caro Luigi,

si tratta di una situazione molto seria, inutile nasconderlo. La tipizzazione più accurata della malattia consentirebbe di adottare delle terapie più mirate ed idonee al problema. Certamente ci si può vedere quando vuoi.

un caro saluto

Carlo Pastore
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re:Aiuto per mio padre 8 Anni 4 Mesi fa #386

  • luigi80
  • Avatar di luigi80
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 5
  • Karma: 0
Buongiorno dottore,
oggi mio padre ha effettuato la cistoscopia alla vescica e il dottore che ha effettuato il tutto,ha detto che è pulitissima.
Non so più cosa pensare sinceramente.
E' normale che ad oggi non si sa da dove sono partite le metastasi al fegato?
Grazie come sempre.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re:Aiuto per mio padre 8 Anni 4 Mesi fa #388

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
Gentile Luigi,

vi è una quota di neoplasie per le quali , data la loro anaplasia, non si riesce a stabilire l'organo di partenza. Certamente occorre verificare ogni strada possibile prima di effettuare un protocollo chemioterapico (pur esistente) tagliato per questi casi.

un caro saluto e sempre disponibile ad occuparmi della questione clinica.

Carlo Pastore
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  • Pagina:
  • 1
  • 2