3317612698 - 3319584817
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Questo forum è dedicato alle domande dei pazienti al dott. Pastore. La consultazione degli articoli è libera mentre per inserire le vostre domande è necessario effettuare la registrazione al sito. Vi preghiamo di usare pseudonimi nella registrazione evitando di riportare nelle domande, dati personali e/o sensibili che facciano risalire alla vostra identita o a quella dei pazienti non permettendoci di rispondervi nel rispetto della legge sulla privacy. Gli articoli verranno pubblicati solo dopo approvazione del moderatore. Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento

ARGOMENTO: tumore vie biliari con metastasi

tumore vie biliari con metastasi 7 Anni 6 Mesi fa #881

  • massro
  • Avatar di massro
Dottor Pastore buonasera,
Avevo già scritto tempo fa per mia mamma malata di tumore delle vie biliari con metastasi al fegato e ai polmoni, già malata di sclerodermia. Da ottobre scorso ha iniziato la chemioterapia con Gemcitabina e Cisplatino con dei risultati perchè alcune metastasi ai polmoni sono scomparse e quelle al fegato si stavano necrotizzando, Purtroppo lo scorso marzo ha avuto una embolia polmonare massiva e di conseguenza ossigenoterapia 24ore su 24. Ovviamente è stata interrotta la chemio e poco tempo fa ha effettuato un'altra tac dalla quale risulta, purtroppo, che il tumore sta avanzando nuovamente, le lesioni al fegato sono aumentate. Sta curando l'embolia con eparina, è passata da 20000 UI al giorno a 10000, le arterie polmonari si stanno liberando ma è sempre dipendente dall'ossigeno anche se in quantità ridotte rispetto all'inizio. Considerando che il tumore avanza e la chemio è da escludere, ci lasciano poche speranze. I medici non propongono alternative, e non sappiamo se ce ne sono. L'altra volta Lei mi disse che l'ipertermia si poteva effettuare, e adesso con la nuova situazione? E se fosse, c'è la possibilità di effettuarla in convenzione, credo che i costi siano molto alti, i miei purtroppo non hanno molte possibilità economiche. Vedere mamma in queste condizioni senza poter fare niente per aiutarla ci sta logorando.
La ringrazio per l'aiuto che mi potrà dare
Cordialmente

G. Cosi
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: tumore vie biliari con metastasi 7 Anni 6 Mesi fa #882

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 614
  • Ringraziamenti ricevuti 87
  • Karma: 3
Gentile Utente,

la situazione attuale descritta sembra molto compromessa. L'ipertermia è un ottimo coadiuvante ma meglio sarebbe abbinarla al percorso terapeutico quando il paziente è in condizioni generali migliori in modo da poter sperare in un risultato migliore e mettere in campo una strategia terapeutica multimodale. Si potrebbe tentare di impiegarla in regione epatica attendendo e sperando che le condizioni generali migliorino in modo da potere abbinare un trattamento chemioterapico differente dal precedente. L'ipertermia viene erogata anche dal SSN e la mappa dei Centri terapeutici italiani è detenuta dall'Assie (www.assie.it). Il Centro che io dirigo la eroga solo in regime privato. Per informazioni ulteriori ed un eventuale appuntamento con tutta la documentazione clinica è possibile contattare il numero 331 9584817

Cari saluti

Dr. Carlo Pastore, oncologo
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.