3317612698 - 3319584817
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Questo forum è dedicato alle domande dei pazienti al dott. Pastore. La consultazione degli articoli è libera mentre per inserire le vostre domande è necessario effettuare la registrazione al sito. Vi preghiamo di usare pseudonimi nella registrazione evitando di riportare nelle domande, dati personali e/o sensibili che facciano risalire alla vostra identita o a quella dei pazienti non permettendoci di rispondervi nel rispetto della legge sulla privacy. Gli articoli verranno pubblicati solo dopo approvazione del moderatore. Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento

ARGOMENTO: carcinoma colon metastasico

carcinoma colon metastasico 7 Anni 10 Mesi fa #740

  • cavaliere
  • Avatar di cavaliere
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 1
  • Karma: 0
Mio suocero anni 64, diagnosticato in novembre carcinoma colon stenosante a manicotto al colon trasverso, metastasi al fegato multiple interessanti tutti i lobi tra i 1 e 4,5 cm.
Definito non operabile per la grave situazione al fegato ha iniziato chemio con AVASTIN + FOLFOXIRI. Dopo 4 sessioni a tac di controllo la situazione è anche peggioratainfatti le lesioni epatiche secondarie sono divenute tra i 1,5 cm e i 7,5cm. Inoltre la chemio lo debilitava molto. Si è deciso di sospendere il protocollo precedente e procedere con il protocollo FOLFIRI, ma a detta dell'oncologa se non ha risposta alla prima linea è improbabile che risponda alla seconda. Inoltre il kRas risulta mutato al codone 13, mutazione puntiforme G13D.
E' proprio vero che siamo arrivati al capolinea. Avevamo iniziato la chemio perchè ci avevano prospettato che se era responsivo c'era possibilità di resezione, mentre ora ci dicono che le condizioni non ci saranno mai e quindi il decorso è segnato.
Mi dica cosa potrebbe fare la ipertermina, ma mi perdoni il mio scettisimo, gradirei che mi rispondesse citandomi casi analoghi e risposte ricevute.
Con infinita gratitudine per la sua celere risposta
Ennio Cavaliere
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re:carcinoma colon metastasico 7 Anni 10 Mesi fa #741

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 614
  • Ringraziamenti ricevuti 87
  • Karma: 3
Gentile Sig. Cavaliere,

se nel precedente protocollo di chemioterapia sono già stati impiegati i farmaci della attuale linea terapeutica (così come risulta dallo scritto) è certo che non si otterrà risposta. I chemioterapici passano tra le cellule tumorali come un rastrello; portano via le cellule sensibili a quei farmaci e le cellule che residuano sono resistenti. Per quanto riguarda lo scetticismo non devo convincere i pazienti a fare ipertermia; parla per me la letteratura medica internazionale. Con l'ipertermia si possono ottenere buoni risultati come anche non risposte, e si colloca senza dubbio nella fascia delle ottime terapie coadiuvanti ancillari.

Saluti

Dr. Carlo Pastore, oncologo, membro ESHO (European Society for Hyperthermic Oncology)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.