3317612698 - 3319584817
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Questo forum è dedicato alle domande dei pazienti al dott. Pastore. La consultazione degli articoli è libera mentre per inserire le vostre domande è necessario effettuare la registrazione al sito. Vi preghiamo di usare pseudonimi nella registrazione evitando di riportare nelle domande, dati personali e/o sensibili che facciano risalire alla vostra identita o a quella dei pazienti non permettendoci di rispondervi nel rispetto della legge sulla privacy. Gli articoli verranno pubblicati solo dopo approvazione del moderatore. Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento

ARGOMENTO: Chemioterapia/ipertermia

Chemioterapia/ipertermia 10 Anni 3 Mesi fa #24

  • alberico
  • Avatar di alberico
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • null
  • Messaggi: 1
  • Karma: 0
Salve dottore, so che l'ipertermia aumenta l'eficacia della chemioterapia, in un paziente che ha già subito diverse linee di chemio (carboplatino-taxolo, cisplatino-vinorelbina, tarceva) e che al momento non è sotto chemio è eventualmente possibile somministrare una linea più blanda associata ad ipertermia in maniera da renderla efficace quanto una linea più pesante? Mi rendo conto che forse il paragone tra un trattamento composto ed una chemioterapia semplice non è corretto, ma penso che il concetto sia chiaro. Grazie infinite.
null
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re:Chemioterapia/ipertermia 10 Anni 3 Mesi fa #25

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
Caro Utente,

certamente il trattamento ipertermico incrementa l'efficacia dei farmaci antiblastici. E' possibile in condizioni generali scadute somministrare un chemioterapico a dosaggi inferiori ed ottenere un potenziamento con l'abbinamento dell'ipertermia. Nel caso proposto sarebbe possibile una terapia combinata bevacizumab (nome commerciale Avastin) + docetaxel (nome commerciale Taxotere). Resto a disposizione per ogni eventualità.

un grande in bocca al lupo ed un caro saluto

Dr. Carlo Pastore
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.