3317612698 - 3319584817
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Questo forum è dedicato alle domande dei pazienti al dott. Pastore. La consultazione degli articoli è libera mentre per inserire le vostre domande è necessario effettuare la registrazione al sito. Vi preghiamo di usare pseudonimi nella registrazione evitando di riportare nelle domande, dati personali e/o sensibili che facciano risalire alla vostra identita o a quella dei pazienti non permettendoci di rispondervi nel rispetto della legge sulla privacy. Gli articoli verranno pubblicati solo dopo approvazione del moderatore. Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento

ARGOMENTO: Burton Goldberg - Biofocus and EVA-PCD blood test

Burton Goldberg - Biofocus and EVA-PCD blood test 5 Anni 9 Mesi fa #1491

  • MANDA
  • Avatar di MANDA
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 2
  • Karma: 0
Egregio Dottor Pastore buongiorno,

le scrivo per conoscere il suo parere riguardo ai test del sangue che vengono effettuati negli USA e in Germania.

Leggendo dal web, un'intervista/lettera aperta di B.Goldberg, ho capito che esiste nel mondo la possibilità, attraverso un semplice prelievo del sangue, di sapere quali cheomiterapici,farmaci,sostanze naturali ed altri trattamenti (v. ipertermia) sono potenzialmente più sensibili per il corpo/dna del paziente oncologico.

Sempre approfondendo le letture dalla rete, sembrerebbe che questi laboratori siano in Arizona e in Florida, ma vengono seganlati anche in Germania dove utilizzano il "BioFOCUS screen" che darebbe anche la possibilità di sapere quali cellule e se, ci sono nel nostro organismo(cellule circolanti?).

E quindi la domanda: lei saprebbe dirmi se questo screening/esame ha una valenza scientifica oggettiva, cosa ne pensa e se lo hai mai richiesto ai suoi pazienti e se c'è la possibilità, in Italia, di farlo fare a mia moglie affetta da K mammario?

Come sempre la ringrazio per il suo prezioso tempo che mi dedica,
un saluto
IL Manda
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Burton Goldberg - Biofocus and EVA-PCD blood test 5 Anni 9 Mesi fa #1492

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 586
  • Ringraziamenti ricevuti 85
  • Karma: 3
Gentile Sig. Manda,

uno degli obiettivi più ambiti della ricerca in ambito oncologico è la personalizzazione delle terapie oltre la riduzione dell'impatto disturbante sull'organismo. I nuovi test di predittività di tossicità e di efficacia delle molecole e/o tecniche fisiche terapeutiche impiegate in oncologia risultano sempre più interessanti. La presenza delle CTC (cellule tumorali circolanti) nei pazienti oncologici può essere determinata mediante un esame del sangue. La presenza o la presenza più o meno abbondante non ha ancora un valore prognostico ma è possibile caratterizzare dal punto di vista genomico la presenza di determinate caratteristiche legate alla responsività o meno presunta ai trattamenti. La presenza nelle cellule di mutazioni genomiche o di proteine di resistenza condiziona la risposta a determinati approcci terapeutici. E' possibile anche dosare la concentrazione di proteine da shock termico per determinare la probabilistica resistenza o meno ai trattamenti ipertermici. Il Dr. Prix, responsabile del laboratorio Biofocus, sarà peraltro ospite al prossimo Congresso di oncologia integrata che si terrà in Roma il 16 e 17 Novembre 2012 (vedi sezione del sito Convegni e pubblicazioni) e la sua relazione avrà il titolo "Detection characterization of chemoresistance genes of circulating tumor cells". Ho avuto modo di intraprendere da pochi mesi una cooperazione fattiva con tale laboratorio ed è possibile eseguire il prelievo per i test presso l'Unità di oncologia ed ipertermia che dirigo in Roma. I risultati dei test riguardano la sensibilità delle CTC e debbono essere necessariamente correlati con le risultanze del classico esame istologico sul pezzo neoplastico. Individuare una terapia che possa avere delle buone probabilità di risposta è fondamentale. La medicina non è la scienza delle certezze e quindi non si può essere certi che non vi siano nell'ambito dell'eterogeneità delle cellule tumorali alcune entità che sfuggono alla responsività generale ma anche migliorare le probabilità di risposta non appare cosa da poco. Il tutto nell'ottica di un approccio il più possibile personalizzato e multimodale alla malattia oncologica.

Cari saluti

Dr. Carlo Pastore, oncologo - www.ipertermiaitalia.it
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Burton Goldberg - Biofocus and EVA-PCD blood test 5 Anni 9 Mesi fa #1493

  • MANDA
  • Avatar di MANDA
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 2
  • Karma: 0
Caro Dottore,
è veramente un piacere e un sollievo aver letto la sua risposta. Abbiamo già prenotato la data per il prelievo!

Un saluto,
IL Manda
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Burton Goldberg - Biofocus and EVA-PCD blood test 5 Anni 9 Mesi fa #1494

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 586
  • Ringraziamenti ricevuti 85
  • Karma: 3
Gentile Sig. Manda,

grazie per le parole di elogio. A presto, allora.

un caro saluto

Dr. Carlo Pastore, oncologo - www.ipertermiaitalia.it
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.