3317612698 - 3319584817
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Questo forum è dedicato alle domande dei pazienti al dott. Pastore. La consultazione degli articoli è libera mentre per inserire le vostre domande è necessario effettuare la registrazione al sito. Vi preghiamo di usare pseudonimi nella registrazione evitando di riportare nelle domande, dati personali e/o sensibili che facciano risalire alla vostra identita o a quella dei pazienti non permettendoci di rispondervi nel rispetto della legge sulla privacy. Gli articoli verranno pubblicati solo dopo approvazione del moderatore. Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento
  • Pagina:
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: Carcinosi peritoneale a partenza gastrica con cell

Carcinosi peritoneale a partenza gastrica con cell 5 Mesi 1 Settimana fa #2356

  • Veronica
  • Avatar di Veronica
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 6
  • Karma: 0
Buongiorno,
A mia madre è stato diagnosticato una carcinosi peritoneale a partenza gastrica con cellule ad anello con castone.
Abbiamo eseguito gastroscopia e coloscopia con positività nei seguenti prelievi: frammento di mucosa del piccolo intestino e mucosa gastrica di tipo ossintico.
Ha eseguito una paracentesi diagnostica con CTM positivo.
Le è stata consigliata la chemioterapia ma a livello palliativo.
4 anni fa ha avuto un tumore mammario di tipo lobulare infiltrante quindi ora stiamo richiedendo i vecchi vetrini per essere sicuri che questo nuovo tumore non sia un secondario della mammella.
Mia madre ha 62 anni e volevo chiederle se non vi fosse la possibilità di un approccio chirurgico.

Grazie
Veronica
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Carcinosi peritoneale a partenza gastrica con cell 5 Mesi 1 Settimana fa #2357

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 585
  • Ringraziamenti ricevuti 85
  • Karma: 3
Gentile Veronica,

buonasera. Da oncologo medico non posso dare giudizio o meno di operabilità (occorre una valutazione chirurgica).

Cari saluti

Prof. Carlo Pastore, oncologo - www.ipertermiaitalia.it
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Carcinosi peritoneale a partenza gastrica con cell 5 Mesi 1 Settimana fa #2358

  • Veronica
  • Avatar di Veronica
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 6
  • Karma: 0
Ma lei non sa dirmi se vi siano terapie sperimentali o biologiche.
Ho anche letto di casi in cui è stato fatto il chemioterapico direttamente in addome.

Grazie
Veronica
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Carcinosi peritoneale a partenza gastrica con cell 5 Mesi 6 Giorni fa #2359

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 585
  • Ringraziamenti ricevuti 85
  • Karma: 3
Gentile Veronica,

buongiorno. Se torniamo all'oncologia medica e non parliamo di chirurgia, certamente posso esprimere il mio pensiero. Qualora venga confermata dalla revisione istologica la primitività gastrica della neoplasia occorrerà impostare il trattamento farmacologico su questo versante. Purtroppo, come già sottolineato dai colleghi oncologi che mi hanno preceduto nella disamina, una condizione di carcinosi peritoneale con partenza gastrica della neoplasia è una evenienza assai seria. L'intento terapeutico potrebbe essere quello di ridurre le masse presenti e poi verificare se si può operare con un chirurgo addominale esperto. Nell'armamentario terapeutico per queste neoplasie abbiamo numerosi farmaci variabilmente efficaci ma ahimè doverosamente da relazionare alla condizione della Paziente per valutare la tollerabilità. Tra i farmaci più moderni, oltre ai più classici derivati del platino (cisplatino, oxaliplatino, carboplatino), antracicline (doxorubicina ed eprirubicina) e fluoropirimidine (5-fluorouracile e capecitabina nonchè tegafur - gimeracile - oteracile) abbiamo ramucirumab (farmaco a bersaglio molecolare, modulatore dell'angiogenesi) e, se la neoplasia iperesprime il recettore HER2 (cosa da determinare con approfondimento su esame istologico), trastuzumab. Trial sperimentali sono in corso con l'immunoterapia (nivolumab o pembrolizumab) ma non è ancora da considerarsi pratica clinica di routine. L'instillazione di farmaci nel cavo peritoneale è stata a lungo perseguita ma i risultati non sono stati sostanziali (si impiegava molto la mitomicina C, tentativi sono stati eseguiti con il bevacizumab). Ulteriore opportunità di combinazione rispetto ad una terapia farmacologica è l'ipertermia capacitiva profonda a RF a fasci esterni (per questa metodica, nella condizione specifica, controindicazione relativa è la presenza di versamento ascitico massivo, che, in caso, andrebbe preventicamente drenato). Su questo portale web peraltro si delucida estesamente la metodica. Inoltre esistono, parlando sempre di complementare, fitofarmaci (sostanze di derivazione naturale) che possono coadiuvare in senso proapoptotico ed immunomodulante.

Cari saluti

Carlo Pastore, oncologo
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Carcinosi peritoneale a partenza gastrica con cell 5 Mesi 6 Giorni fa #2360

  • Veronica
  • Avatar di Veronica
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 6
  • Karma: 0
Buongiorno,
L HER2 è negativo e abbiamo fatto il prelievo per il DPYD che non ha trovato nulla, quindi mi hanno detto essere positivo per la somministrazione di fluorofolati da associare a oxaliplatino.
Hanno richiesto i vetrini dell istologico della mammella per avere certezza che non sia un secondario ma nel frattempo lo trattano come un primitivo per non perdere tempo.
Purtroppo tutte quelle opzioni che lei mi sta descrivendo a noi non sono state dette.
La mia impressione è che non vi sia la voglia di tentare qualcosa in più.
Mia madre ora sta abbastanza bene ha ripreso a mangiare e ha perso quasi tutti i liquidi in eccesso. ( edema colonnare maggiore a sx).
Il liquido ascitico era pochissimo tanto che hanno avuto difficoltà a trovarlo per raccogliere il campione per il CTM
Vorrei chiederle se lei fosse disposto a prendere in analisi nello specifico il caso di mia madre e se lei lo riterrà opportuno saremmo disposti anche a venire per una visita.

Grazie
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Carcinosi peritoneale a partenza gastrica con cell 5 Mesi 6 Giorni fa #2362

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 585
  • Ringraziamenti ricevuti 85
  • Karma: 3
Gentile Veronica,

per me nessun problema. Si tratta di condizioni consuete nella mia pratica clinica quotidiana. I riferimenti per fissare un eventuale appuntamento si trovano su questo portale web.

Cari saluti

Carlo Pastore
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  • Pagina:
  • 1
  • 2